Giubileo dei catechisti a ROMA

È stata una meravigliosa esperienza il pellegrinaggio a Roma con tutti i catechisti della Provincia. Non conoscendoci personalmente durante il viaggio abbiamo condiviso sorrisi, battute, risate e tanta felicità. 
In Piazza San Pietro, ci sono stati consegnati i biglietti d’ingresso per la celebrazione dell’Eucarestia, il nostro cuore sobbalzava di gioia, abbiamo cercato una comoda sistemazione, vicino all’Altare, e con trepidazione abbiamo atteso l’entrata del PAPA.
Il Santo Padre ha iniziato la Celebrazione con voce un po’ stanca e ci ha preoccupato, ma durante la predica, ha preso vigore rivolgendo parole di conforto e incoraggiamento a tutti i presenti ed in particolare ai catechisti; la sua omelia è stata semplice ma ricca umanamente. 
Le parole di Papa Francesco ci hanno emozionato e appassionato; abbiamo vissuto con intensità ogni istante della funzione religiosa, lasciandoci nell’animo una sensazione meravigliosa, difficile da descrivere. Ci siamo sentite coinvolte e al tempo stesso abbracciate dal Papa Francesco, lo stesso abbraccio che abbiamo percepito quando, nel pomeriggio di sabato, abbiamo varcato la Porta Santa. 
Le ante della porta apparivano due braccia aperte, come se fossero l’abbraccio di Dio. Ci siamo sentite accolte e la sensazione era proprio quella di sentirci “a Casa”
Abbiamo atteso il passaggio del Papa, per vederlo e sentirlo vicino; sono esperienze indimenticabili, che arricchiscono il cuore. 
Con rammarico, noi non siamo riuscite a dare e ricevere un  abbraccio al Papa … forse che il Buon Dio attende che ritorniamo nuovamente a Roma?
Lorenza e Lilianaimg_1381img_1374

img_1372

img_1375